Di Livio a CM: 'Giusto il taglio stipendi, Juve da esempio. Alla Lazio sono fuori di testa!’ - Cuoreb1897

Noibianconeri
Juventus  news       Juve Mercato     Juve   Live     Palmares      Amarcord
Title
Vai ai contenuti
Di Livio a CM: 'Giusto il taglio stipendi, Juve da esempio. Alla Lazio sono fuori di testa!’










L'arrivo di Angelo Di Livio alla Juventus fu una richiesta esplicita di Giovanni Trapattoni, che nel 1993 ha convinto la dirigenza a prenderlo dal Padova (insieme a un "certo" Del Piero) per 4 miliardi circa. Intuizione giusta, perché Soldatino (così lo chiamavano i tifosi bianconeri) è rimasto in bianconero per sei stagioni scrivendo una parte di storia del club. Il palmarès come biglietto da visita: una Champions, una coppa Intercontinentale, tre scudetti, una Coppa Italia (due in carriera, l'altra vinta con la Fiorentina), una Supercoppa europea e due Supercoppe italiane. La Juve sarà sempre nel cuore di Di Livio, che ci ha raccontato come un ex giocatore sta vivendo questa situazione surreale per il calcio italiano.

Che idea si è fatto di come si sta gestendo il caos campionato in questi mesi?
"Hanno detto di tutto, ne abbiamo sentite di cotte e di crude. Forse all'inizio tutti quanti abbiamo sottovalutato questo virus e quindi anche lo stop al campionato è arrivato in ritardo, ma era comunque una situazione non facile da gestire. Adesso anche i giocatori devono essere tutelati, ma non so in questo momento chi possa dare loro la sicurezza sulla salute".



E' giusto ricominciare il campionato?
"Secondo me sarà complicato, perché una squadra è composta da 50 persone tra giocatori, staff e addetti ai lavori, ci sono trasferte da gestire, alberghi dove alloggiare... Penso che la soluzione migliore sia chiudere questo campionato e salvaguardare il prossimo, altrimenti si rischia di alterare anche la prossima stagione alla fine della quale c'è anche l'Europeo".
E a chi assegnerebbe lo scudetto?
"A nessuno. Annullerei questo campionato lasciando la classifica così com'è con le prime quattro in Champions. Visto che il Benevento ha addirittura 20 punti in più sulla seconda, farei retrocedere solo l'ultima (il Brescia, ndr) per promuovere i giallorossi. Ma per il resto questo campionato è da annullare senza scudetto, credo sia una stagione che tutti vogliono dimenticare".

Cosa pensa delle parole delle dichiarazioni del portavoce di Lotito Arturo Diaconale?
"Volevano fare allenamenti e tornare in campo già da diverso tempo, per me sono fuori di testa. Io capisco che si stanno giocando lo scudetto, ma non si può ricominciare a giocare per forza perché sei secondo in classifica".

Calciomercato.com
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.
Torna ai contenuti