Mercato Juventus: nello scambio con il Barcellona cambia una pedina - Cuoreb1897

Noibianconeri
Juventus  news       Juve Mercato     Juve   Live     Palmares      Amarcord
Title
Vai ai contenuti
Mercato Juventus: nello scambio con il Barcellona cambia una pedina











Anche la Juventus sta programmando le prossime mosse in vista della sessione di mercato: i campioni d'Italia investiranno soprattutto nel reparto offensivo e in quello centrale del campo. Uno dei primi nomi sulla lista degli obiettivi di Fabio Paratici è Arthur Melo.

In un primo momento sembrava che il brasiliano dovesse approdare a Torino nell'ambito di uno scambio con Miralem Pjanic, che non è più considerato incedibile da Maurizio Sarri, e ha molte pretendenti anche in Premier League e in Francia (Psg), ma ora secondo il Mundo Deportivo la situazione potrebbe sbloccarsi solo se in Catalogna approdasse De Ligt al posto dell'ex Roma.

Il centrale olandese è nel mirino del presidente Bartomeu dai tempi dell'Ajax e il Barcellona è alla ricerca proprio di un difensore considerati i 33 anni di Piquè e i sempre più frequenti problemi fisici di Lenglet e Umtiti. Nelle prossime settimane è possibile che le due società si organizzino per capire le reali possibilità dello scambio.

Sistemato il centrocampo, Paratici interverrà sull'attacco: Gonzalo Higuain è sempre più lontano dai bianconeri considerando anche le frizioni con il club. Secondo Tuttosport  l'attaccante argentino non è convinto di tornare in Italia, neanche quando sarà ufficializzata la data della ripresa degli allenamenti, e il suo addio alla Vecchia Signora sembra a un passo.

Per rimpiazzarlo il primo nome è quello di Mauro Icardi: L'attuale attaccante del Psg spera di tornare a giocare in Italia e con la moglie-agente Wanda Nara, da tempo in contatto con il ds della Juve, sta pianificando il suo futuro. Le alternative a Icardi sono i sogni Gabriel Jesus ed Harry Kane, difficilmente raggiungibili, e l'attaccante del Napoli Arkadiusz Milik, corteggiato anche dal Chelsea.

SPORTAL.IT | 26-04-2020 11:01
Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit.
Torna ai contenuti