Vierchowod: "Sarri ha fallito. Esonero giusto. Pirlo un rischio. Cosa serve per vincere la Champions League" - B1897

B1897
Title
Vai ai contenuti

Vierchowod: "Sarri ha fallito. Esonero giusto. Pirlo un rischio. Cosa serve per vincere la Champions League"

Vierchowod: "Sarri ha fallito. Esonero giusto. Pirlo un rischio. Cosa serve per vincere la Champions League"














In casa Juventus resta acceso il dibattito sull'avvicendamento in panchina. In esclusiva ai microfoni di TuttoJuve.com ha commentato l'esonero di Sarri e l'ingaggio di Pirlo l'ex difensore della Juventus Pietro Vierchowod.

La Juventus ha chiuso la stagione con lo scudetto, ma anche con l'eliminazione agli ottavi di finale di Champions League. Qual è il suo giudizio?

"La vittoria dello scudetto era scontata. Avrei preferito la Champions League, ma la Juventus è arrivata all'appuntamento con il Lione in condizioni non ottimali, come abbiamo visto nelle ultime prestazioni in campionato. Nella sfida contro i francesi ha fatto troppo poco, malgrado l'avversario fosse nettamente più debole".

L'uscita dalla Champions League ha causato l'esonero di Sarri. Lei lo ritiene giusto?

"Sì, a me non ha sorpreso. Del resto il tecnico era stato preso per fare il bel gioco e conquistare la Champions League, ha fallito questa doppia missione. Di suo non si è visto nulla, sono stati i giocatori a fare la differenza. Sarri peraltro non è stato mai amato dai tifosi bianconeri. Chi ha consigliato Andrea Agnelli ha fatto cilecca".

Per sostituire Sarri è stato ingaggiato Pirlo che era il neo tecnico della Juventus Under 23. Qualcuno definisce questa scelta una scommessa, altri un rischio. Lei?

"Sì, in effetti è una scommessa e può essere anche un rischio perché Pirlo non ha esperienza, ma ha la fortuna di avere alle spalle una società solida che lo proteggera'. La Juventus in Italia non ha problemi, tanto che ha vinto 9 scudetti di fila con tre allenatori diversi. L'importante per il tecnico è gestire i giocatori. Serve però rafforzare la squadra per conquistare la Champions League, il trofeo che manca per la consacrazione definitiva. Non si vince dal '96, quando giocavo ancora io".

Per vincere la Coppa quali interventi servono sul mercato?

"Occorrono alcuni innesti. Due esterni bassi, altrettanti giocatori forti a centrocampo. Sicuramente una punta nel caso in cui Higuain andasse via e un esterno".

Se dovesse scegliere un solo nome...

"Chiesa, a me piace molto perché può fare diversi ruoli in attacco".
Torna ai contenuti